Pagina (18/194)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      E con qual fronte vi chiederemo noi, dovrÓ un magistrato in nome del Vicario di un Dio di pace e di giustizia, infrangere colla violenza la legge naturale, imposta da Dio prima della Chiesa a tutti gli uomini, per obbedire alla Chiesa subalterna a Dio medesimo! Oh! le leggi canoniche sono leggi inviolabili, voi dite in nome del vostro collega l'Univers, e superiori ad ogni umana considerazione. No, vi dicono e sostengono teologi insigni e intemerati pontefici. Esse per il loro carattere, per la loro origine, pel loro oggetto, appartengono all'ordine temporale e politico, quanto all'ordine spirituale e religioso.
      La legge divina Ŕ inviolabile, intangibile, mentre le leggi canoniche sono variabili, passeggere secondo il bisogno dei secoli, del loro stato morale e intellettuale. Difatti la Chiesa le ha modificate e anche abrogate secondo i bisogni nuovi della societÓ, e mille esempj possono addursi in proposito.
      Se le leggi canoniche fossero invariabili, e fossero parte integrante della religione come le leggi rivelate che la fede obbliga i credenti a ricevere, perchŔ i cattolici di Francia ricusano di applicarle nelle loro istituzioni? perchŔ queste leggi inviolabili non si sono confuse come a Roma colle leggi dello Stato, anche in Francia al pari dei dogmi rispettati e adottati da tutti i cattolici, come sacre e inviolabili? ma quelle leggi vengono rifiutate dai cattolici francesi, non che dai laici, ma dai sacerdoti e dai teologi, dunque esse non sono leggi inspirate dal S. Spirito e promulgate nell'Evangelo.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Roma e la opinione pubblica d'Europa nel fatto Mortara
Atti documenti confutazioni
di
pagine 194

   





Vicario Dio Dio Chiesa Chiesa Dio Univers Chiesa Francia Roma Stato Francia S. Spirito Evangelo