Pagina (41/66)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      E se le azioni sono qualificabili in sč! in disparte dal fine! senza rapporto teleologico! perchč la menzogna di Pilade che sč chiama Oreste innanzi ad Egisto pare eroica! la menzogna di Olindo che si dice reo di colpa non sua pare magnanima! e le menzogne del padre Rodin ghermitore d'ereditą pajono contennende? Perchč Macbeth non puņ nell'Oceano lavare una macchietta di sangue e Garibaldi monda le sue mani in uno spruzzo d'acqua? La risposta viene da sč! viene spontanea sulle labbra di tutto il genere umano! viene! spezza i rattenti dell'Etica scolastica e riabilita il vero. Pilade! Olindo! Garibaldi sono purificati dal Fine; Rodin! Macbeth sono condannati dal fine.
      Dunque la Finalitą determina e qualifica gli atti umani. Questo č il basamento razionale dell'Etica umana: chi non vuole intenderlo non ha nč mente filosofica! nč virtł d'uomo di Stato; e se vuole repubblica! la cerchi tra zoccoli.
      Ma il fine qualificatore qual'č? Se ogni fine giustifica! la finalitą č lojolesca; se un sol fine vale! la buona ragione fu e rimane di Machiavelli! la cui grandezza consiste nell'integramento del principio di finalitą. La teorica della finalitą dunque non č da esaminare con troppa disinvoltura e con criterī volgari; che dopo molte accuse fatte al Machiavelli il secolo XIX vuol tornarvi sopra con esame pił sincero e pił riguardoso.
      Se ogni fine giustifica! la questione č semplicemente spostata non risoluta! perchč non trovasi pił criterio qualificatore delle azioni. Dunque determina la natura delle azioni il fine ultimo posto dalla Storia come destino e termine del cammino umano.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Mazzini
di Giovanni Bovio
Sonzogno Editore
1905 pagine 66

   





Pilade Oreste Egisto Olindo Rodin Macbeth Oceano Garibaldi Etica Rodin Finalitą Etica Stato Machiavelli Machiavelli Storia Pilade Olindo Garibaldi Macbeth