Pagina (65/66)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
      Tutto Ŕ vecchio! e nella espansione delle forme tutto rinvigorisce.
      Vecchio Ŕ il mondo e ogni dý rinvigorisce sotto la penna del pensatore! che prima lo sottrae ai secoli e gli strappa un segreto! poi scrive: mundus adhuc juvenescit!
      E ringiovaný il cristianesimo l'ultima volta sotto la penna di Dante! come un disegno dello Stato sotto quella di Machiavelli. Ringiovaný il sistema planetario sotto lo sguardo di Galilei! come la storia giudicata vecchia e sterile da Cartesio! ringiovaný sotto lo sguardo di Vico.
      La Giovine Italia e poi La Giovine Europa palpitarono sotto la mano di Mazzini - sulla cui sepoltura l'umanitÓ pu˛ scrivere: Qui ringiovanisce l'evo.
      Noi siamo a questo! che ritorna il grido del vecchio Gian Giacomo: "La civiltÓ infradicia gli uomini"! il grido leopardiano "che il progresso accresce il nulla"! e il disperato rimedio di disfare le cittÓ e le famiglie per tornare alla coltura della terra. PerchŔ? se la pace Ŕ armata! se la guerra Ŕ di conquista! se la religione Ŕ atea come umiliante Ŕ la caritÓ! se le alleanze sono insidiose e altrici d'ire terribili di gente senza lavoro! senza casa e senza terra! se tutto questo raffinato progresso di menzogne mena i poteri costituiti a premunirsi tremanti contro il ritorno annuo del primo giorno di un mese! sostituendo alle antiche maggiolate le sentenze de' tribunali! - dunque?... Disfare! e ritornare a' campi. E pur no! - Tanta scienza di pensatori! e tanti sacrifizţ di popolo si opposero a queste menzogne per avanzare! non per tornare.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Mazzini
di Giovanni Bovio
Sonzogno Editore
1905 pagine 66

   





Dante Stato Machiavelli Galilei Cartesio Vico Giovine Italia La Giovine Europa Mazzini Gian Giacomo