Pagina (98/204)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      ti a riprodursi, ed avranno trasmesso al proprio sesso la robustezza ed il coraggio, conforme al
      principio della ereditarietÓ dei caratteri. Di pi¨ le femmine avranno, nei tempi primitivi, preferi-
      to gli uomini robusti, perchŔ erano pi¨ atti a difenderle ed a provvedere ai loro bisogni.
      Questa lotta fra i maschi pel possesso della femmina avviene anche oggi fra i selvaggi, e
      quindi Ŕ assai probabile che si combattesse anche fra gli uomini primitivi. Presso gli Australiani
      le donne diventano generalmente proprietÓ degli adulti e dei potenti, alcuni dei quali posseggo-
      no da quattro a sette mogli; mentre queste sono negate ai giovani, a meno che non abbiano so-
      relle da dare in cambio, e siano forti e coraggiosi abbastanza per impedire che vengano loro ra-
      pite le sorelle senza cambio. Fra i Dogrib o altre trib¨ dell'America del Nord le donne sono pro-
      prietÓ del pi¨ forte; e colÓ Ŕ opinione generale che ognuno ha un diritto legale e morale ad un
      tempo di prendere la moglie di un uomo pi¨ debole di lui. Ed un viaggiatore asserisce che "gli
      uomini si battono pel possesso delle donne, precisamente come i cervi e i maschi di altre specie
      di animali selvatici". Fra gli Indiani della baia di Hudson una usanza antichissima vuole che gli
      uomini combattano al pugilato pel possesso della donna che desiderano, e, ben'inteso, il pi¨ for-
      te vince sempre il premio. Un uomo debole, a meno che sia ottimo cacciatore e amatissimo nel-
      la propria trib¨, conserva raramente una donna che un uomo pi¨ forte vuole prendergli.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Antropologia
di Giovanni Canestrini
Hoepli Milano
1888 pagine 204

   





Australiani Dogrib America Nord Indiani Hudson