Pagina (129/204)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      della natura volgendole a proprio vantaggio; se colle moderne invenzioni esso distrugge quasi
      gli effetti degli spazi che intercedono fra le diverse regioni della terra; se la vita umana pu˛ dirsi
      grandemente allungata, perchŔ resa pi¨ intensa dal rapido svolgersi degli avvenimenti; se l'uo-
      mo pu˛ dirsi il re del mondo e perfino la gloria dell'universo: il merito ne va attribuito in mas-
      sima parte alla razza caucasica, la quale ha un passato splendidissimo e conserverÓ forse ancora
      per lungo tempo la supremazia sulle altre.
      I caratteri dei Mediterranei sono i seguenti: Statura variabile, in generale mediocre od al-
      ta, non piccolissima. Colore della pelle bianco-roseo, talora bruno. Capelli lunghi, sovente ina-
      nellati, mai lanosi, neri, castagni o biondi (raramente rossi). Barba folta dei medesimi colori;
      corpo in generale piuttosto peloso, sopratutto nel sesso maschile. Fronte alta. CapacitÓ craniana
      intorno ai 1500 c. c. Faccia oblunga, a zigomi poco pronunciati, con angolo facciale molto ele-
      vato e con denti piccoli e verticali. Labbra sottili e rosse; mento bene sviluppato. Occhi neri,
      bruni o celesti, con varie gradazioni fra questi colori; apertura palpebrale orizzontale. Naso be-
      ne rilevato, talvolta aquilino.
      I Mediterranei vengono suddivisi nei seguenti cinque gruppi:
      1. I Baschi, che oggi abitano una piccola parte della Spagna.
      2. I Caucasiani, in senso stretto, che occupano quasi tutta la regione del Caucaso.
      3. I Camiti, abitatori di una parte dell'Africa settentrionale ed orientale.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Antropologia
di Giovanni Canestrini
Hoepli Milano
1888 pagine 204

   





Mediterranei Statura Mediterranei I Baschi Spagna I Caucasiani Caucaso I Camiti Africa Capelli