Pagina (90/91)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      In Sicilia non occorrono affatto provvedimenti eccezionali: molto tempo fa il senatore Peranni riconosceva che le sue condizioni anormali erano il prodotto di 50 anni di misure eccezionali. E si sa che per ottant'anni le leggi eccezionali non valsero a pacificare l'Irlanda! I mezzi per raggiungere questi intenti sono di una semplicitÓ meravigliosa, sono notissime e sono stati formulati non dai repubblicani, non dai socialisti, non dai nemici dell'unitÓ d'Italia, ma da un funzionario di Pubblica sicurezza, che ho pi˙ volte citato, devotissimo alle istituzioni, dell'Alongi. Eccoli:
      1) Amministrazione equa, pratica, morale e severamente controllata dal governo centrale;
      2) Polizia e giustizia forti, pronte accessibili a tutti, autonome e responsabili; tali da imporre il convincimento che al disopra di tutto e di tutti, unica forte, unica arbitra Ŕ la legge.
      Questa cura, lo ripeto, Ŕ di un semplicitÓ meravigliosa; non propone amputazioni o iniezioni endovenose; non provvedimenti eccezionali: propone ci˛ che non dovrebbe mancare in uno stato moderno; consiglia ci˛ che posseggono gli Stati civili contemporanei: una polizia composta di persone oneste e che sia rispettata, perchÚ rispettabile e che dia la caccia ai delinquenti e non serva ai laidi interessi elettorali del governo; e la giustizia severa, forte, imparziale, l'impero della legge!
      ╚ la giustizia, che sopratutto occorre. Pi˙ di trenta anni fa Enrico Amori il sommo giurista, il grande patriota, esortava. la giustizia si amministri e faccia davvero.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

La Sicilia dai Borboni ai Sabaudi
(1860-1900)
di Napoleone Colajanni
pagine 91

   





Sicilia Peranni Irlanda Italia Pubblica Alongi Amministrazione Polizia Stati Enrico Amori