Pagina (2/344)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Ma la marchesa, dominata da tetri presentimenti, voleva notizie dell'uovo e seppe dalla cuoca che l'uovo alla Tonina lo aveva portato la guattera e che la Tonina, sentendosi poco bene, non lo aveva preso. Questo fu il principio di un dramma. Cos'era accaduto dell'uovo? Silenzio. Possibile che qualcuno l'avesse mangiato? Che si fosse dimenticata la quaresima? Federico brontol˛: "El sarÓ in cusina". La marchesa intasc˛ il suo fazzoletto sudicio, and˛ diritta in cucina. Cerca qua, cerca lÓ, niente uovo. And˛ alla finestra e chiam˛ il cocchiere che stava ripulendo finimenti nel cortile. Mentre colui saliva ella si affacci˛ alla buia scaletta di servizio per chiamar la guattera, vide qualcuno nell'ombra, lo credette il cocchiere e gli domand˛ bruscamente: "Gavýo tolto un ovo?". "Mi, signora?" rispose colui, timido. "Mi no so gnente de ovi." Allora la marchesa lo giudic˛ un accattone, gli gitt˛ un brusco "No ghe xe gnente!" Quegli replic˛ ch'era il giardiniere vecchio. "Oh, ben, spetŔ." E la vecchia dama ricominci˛ la sua caccia all'uovo.
      Nessuno aveva preso l'uovo, nŔ la guattera, nŔ il cocchiere, nŔ la cameriera. La marchesa and˛ in cerca del fattore che di solito dopo mezzogiorno pigliava un caffŔ in cucina. "Galo visto un ovo?". "Un ovo, signora?" Il povero fattore, non potendo negare di aver veduto un uovo durante la sua carriera mortale e non osando affermarlo in quel momento, rimase a bocca aperta. Intanto i cinque domestici, quale sulla scala, quale in una stanza, quale in un corridoio, quale in cucina, brontolavano soliloqui alquanto scorretti e l'uovo scomparso empiva la casa di sŔ.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Piccolo mondo moderno
di Antonio Fogazzaro
Ulrico Hoepli Milano
1909 pagine 344

   





Tonina Tonina