Pagina (61/99)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      - Tu hai una tosse fortissima! E intanto, perchŔ ce l'hai? ╚ d'estate... fa caldo. PerchŔ?...
      - Ma... cosý! disse il maestro sedendo sulla sedia.
      Qualcosa di molto triste eman˛ da quelle parole. Il mugnaio prov˛ una noia fredda a quelle parole che non dicevano nulla.
      - IvÓnovna! Accendete il samovar! grid˛ il maestro dalla finestra.
      Si udý in breve un rumore di ferraglia in anticamera; Tihon PÓvlovitsc sapeva che quel rumore era prodotto dal tubo del samovar, ma non sapeva come incominciare la conversazione col maestro di scuola.
      L'altro taceva pure, coi sopraccigli aggrottati e la testa ostinatamente curva verso terra. Il silenzio continu˛ ancora per molto tempo, irritando i due.
      - Il tubo Ŕ caduto, disse Tihon PÓvlovitsc al maestro.
      Questi si alz˛, e avvicinandosi alla finestra, disse:
      - IvÓnovna! il tubo Ŕ caduto!
      - Lo so! Sono qui, gli rispose qualcuno brontolando.
      La caduta del tubo parve rianimare il coraggio dei due uomini, che soffocavano l'uno di fronte all'altro.
      - Ebbene, dunque... disse il maestro sfregandosi il costato sinistro. Dunque, voi volete parlare con me?
      - Perfettamente... assentý il mugnaio.
      E inclin˛ il capo pi¨ volte.
      - Benissimo... e indovino perchŔ...
      - Oh! non credo! disse Tihon PÓvlovitsc, sorridendo con fare incredulo.
      - ╚ certo per quello che ho scritto di voi nel giornale, disse il maestro.
      Inarc˛ le sopracciglia, gonfi˛, non si sa perchŔ, e con aria preoccupata, le guance, e corrug˛ la fronte con maggiore severitÓ.
      - Io ho pensato appunto che eri stato tu a scrivere, esclam˛ il mugnaio.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Il burlone - L'angoscia
di Maksim Gor'kij
Salvaore Romano Editore
1906 pagine 99

   





Tihon PÓvlovitsc Tihon PÓvlovitsc Tihon PÓvlovitsc