Pagina (84/99)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Tutto va pel suo verso, e non vale la pena di gemere e di piangere. Vivi ed aspettati di essere spezzato; e se sei gi spezzato, aspetta la morte. Queste sono le uniche parole saggie che esistano sulla terra. Avete capito? E Anuta, ed io, e voi, e noi tutti, abbiamo perduto tutto della nostra giovinezza, e abbiamo trovato finora una vita da cani! proprio cos! Non c' altro da dire. Tutte le conversazioni sono delle inutili sciocchezze. Prima, avevo altre opinioni sulla vita e mi davo molta pena per me e per gli altri. - Io dicevo: Come? e perch? quale il significato di tutto ci? e cos' necessario? e perch e per quale ragione? Ora... me ne infischio! La vita passa in un certo qual ordine - ebbene! passi pure; ci dev'essere cos e io non ci ho nessuna colpa. impossibile andare contro le leggi, signore!... e non vi neppur bisogno, perch anche quegli che sa tutto, non sa ancora nulla. Credetemi; ho avuto a questo proposito pi d'una conversazione con uomini intelligentissimi, con studenti e con alcuni ecclesiastici. Eh! eh! Gli uomini discutono sopra una cosa e l'altra, e il resto... stupido! stupidissimo! Che c' da discutere, quando esistono leggi e poteri? E come si pu lottare con essi, se tutte le nostre armi stanno nella nostra intelligenza e questa pure sottomessa alle leggi e al potere? Voi capite? semplicissimo. Vivi dunque, e non ricalcitrare; se no la forza, fitta dalle tue stesse disposizioni ed intenzioni e dal moto della vita, ti ridurr subito in polvere!


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Il burlone - L'angoscia
di Maksim Gor'kij
Salvaore Romano Editore
1906 pagine 99

   





Anuta