Pagina (1/149)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      AL LETTORE.
     
      Amore sotto le pi¨ nobili forme ne' gaudi, amore e rassegnazione ne' mali sono anima al vivere di Pellico, sono l'espressione de' suoi versi; chŔ in essi l'anima di lui tutta Ŕ diffusa. In questo giudizio speriamo verran coloro che leggeranno le seguenti poesie, le quali abbiam scelte, toltone la Francesca, dalle molte pubblicate dall'autore dopo la sua liberazione dallo Spielberg.
      Inclinando alquanto col secolo fummo parchi nel dare di quelle rime del nostro autore in cui egli trascorre alla contemplazione delle cose divine. Un libro ascetico o quasi ascetico sarebbe letto da pochi, forse da nessuno di coloro che ne abbisognano, e resterebbe quindi senza frutto. L'armi spirituali lampeggino sole nelle sacre bigonce, ma ne' libri di amena letteratura portino miste agli umani diletti le salutari punture.
     
      A. RONNA.
     
     
     
      FRANCESCA DA RIMINI
     
      TRAGEDIA.
     
      Noi leggevamo un giorno per diletto,
      Di Lancillotto come amor lo strinse,
      Soli eravamo e senza alcun sospetto.
      Per pi¨ fiate gli occhi ci sospinseQuella lettura e scolorocci il viso.
      Ma solo un punto fu quel che ci vinse.
      Quando leggemmo il dis´ato riso,
      Esser baciato da cotanto amante,
      Questi, che mai da me non fia diviso,
      La bocca mi baci˛ tutto tremante.
     
     
     
      PERSONAGGI.
     
     
      LANCIOTTO, signor di Rimini.
      PAOLO, suo fratello.
      GUIDO, signore di Ravenna.
      FRANCESCA, sua figlia e moglie di Lanciotto.
      UN PAGGIO.
      GUARDIE.
     
      La scena Ŕ in Rimini nel palazzo signorile.
     
     
     
     
      FRANCESCA DA RIMINI.
     
     
     
      ATTO PRIMO.
     
     
     
      SCENA PRIMA.
     
      Esce LANCIOTTO dalle sue stanze per andare all'incontro di GUIDO, il quale giunge.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Poesie scelte
di Silvio Pellico
Edizioni Buadry Parigi
1840, pagine 149

   





Pellico Francesca Spielberg Lancillotto Rimini Ravenna Lanciotto Rimini