Pagina (137/200)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      (E) vassi 6 giorna(te) per isiloc, (e) trova citt e castella e case assai. E' sono idoli ed al Grande Kane; e sono sotto la signoria di Fughiu. Vivono di mercatantia e d'arti; d'ogne cosa nno grande abondanza: nno zizibe e galanga oltre misura, ch per 'l viniziano grosso se n'avrebbe ben 80 libbre di zizibe. E v'e un frutto che par zaferano, ma non , ma vale ben altretanto a operare. Elli manucano d'ogne brutta carne - e d'uomo che no sia morto [di] sua morte - molto volentieri, e nnola per buona carne. Quando vanno in oste si tondono li capelli molt'alto, e nel volto si dipingono d'azurro un segno com'un ferro di lancia. E' sono uomini molto crudeli pi del mondo, ch tutto die vanno ucidendo uomini e bevendo il sangue, e poscia li mangiano tutti; ed altro non procacciano.
      Nel mezzo di queste 6 giornate una citt ch' nome Quenlafu, ch' molto grande e nobile. E' sono al Grande Kane. E tre ponti - li pi belli del mondo - di pietra, lunghi un miglio e larghi bene 8 passi, e sono tutti in colonne di marmo, e sono s belli che molto tesoro vorebbe a farne uno. Elli vivono di mercatantia e d'arti; egli nno seta asai e zizibe e galanga. E v' belle donne. E nno galline che no nno penne, ma peli come gatte, e tutte nere; e fanno uova come le nostre, e sono molto buone da mangiare. Qui non altro.
      E in queste 6 giornate ch' detto di sopra so' molte castella e citt, e sono come quelle di sopra. E fra 15 miglia da l'altre tre giornate una citt ove si fa tanto zucchero, che s ne fornisce il Grande Kane e tutta sua corte, che vale grande tesoro, e nome Unquen.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Il Milione
di Marco Polo
pagine 200

   





Grande Kane Fughiu Quenlafu Grande Kane Grande Kane Unquen