Pagina (62/159)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
      Ecco l'Europa in guerra contro la civiltÓ; ma fu tanto l'accanimento con cui la Francia seppe lottare in difesa de' suoi principi che riport˛ da sola le due memorabili vittorie di Valmy e di Jammapes.
      Pure un poderoso esercito tedesco passa il Reno allo scopo di ristabilire in Francia la monarchia assoluta; allora si proclama la Repubblica e Luigi XIV Ŕ condannato a morte.
      Tutta l'Europa monarchica si leva in armi e nella Vandea scoppia la guerra civile.
      Si ordina la leva in massa ed un prestito forzato di un miliardo sui ricchi.
      Contro i pericoli interni si pubblica la legge dei sospetti; Maria Antonietta d'Austria, vedova di Luigi XIV, Filippo EgalitÚ duca d'Orleans cugino del re e molti altri insigni personaggi sono mandati alla ghigliottina, indi si muove risoluti contro i nemici.
      La patria mercŔ una memorabile eroica difesa Ŕ salva dall'invasione straniera.
      Si pone l'assedio a Tolone che si Ŕ ribellata ed Ŕ appunto in questo assedio che si distingue un giovine corso, ufficiale d'artiglieria.
      Egli Ŕ Napoleone Bonaparte, quell'uomo fatale che alla testa d'un invincibile armata doveva correre vittorioso il mondo intiero.
      Pacificata la Vandea e riordinata la Repubblica questa volendo vendicare l'invasione tentata, nomin˛ Napoleone comandante supremo d'un esercito e lo mand˛ alla conquista d'Italia.
      Napoleone rompe gli Austriaci e i Piemontesi collegati, a Montenotte, a Dego, a Millesino e conchiuse con Vittorio Amedeo III un armistizio che a Parigi fu tramutato in pace; indi prosegue la gloriosa campagna.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Una notte fatale ovvero Il ritorno dell'esiliato
Bozzetti Milanesi
di R.A. Porati
Editore Barbini Milano
1872 pagine 159

   





Europa Francia Valmy Jammapes Reno Francia Repubblica Luigi XIV Europa Vandea Maria Antonietta Austria Luigi XIV Filippo EgalitÚ Orleans Tolone Napoleone Bonaparte Vandea Repubblica Napoleone Italia Austriaci Piemontesi Montenotte Dego Millesino Vittorio Amedeo III Parigi