Pagina (2/1307)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      E dapoi che l'ebbe avuta e letta, gli fu detto che 'l libro di tal viaggio si trovava stampato in la cittÓ di Lisbona di ordine del serenissimo re di Portogallo, onde di nuovo fu necessario di mandare a pigliar ancor quello; e avendolo voluto conferire con questa copia, trovai mancarvi il proemio fatto per il detto don Francesco, e in molti luochi molte righe di cose degne d'intelligenzia, oltra gli errori de' nomi di molti luochi e dignitÓ di persone, sÝ come chi vorrÓ leggere questo nostro tradotto in lingua italiana e il portoghese potrÓ pi˙ particolarmente giudicare. E acci˛ che 'l filo di tal istoria non fusse interrotto, ma si leggesse continuato in tutte le sue parti, il prefato messer Tomaso, oltra le lettere del Corsali poste, come abbiamo detto, per proemio avanti di quella, ha voluto nel fine come epilogo aggiugnervi la obedienzia che 'l prefato don Francesco prest˛ al sommo pontefice papa Clemente settimo nella cittÓ di Bologna del 1532 per nome del prefato Prete Ianni, con le lettere che da quello furono scritte a sua Beatitudine.
      E per non mancar ancor noi, secondo le deboli forze del nostro ingegno, di far pi˙ chiaro e pi˙ aperto il principio e causa di tal viaggio, abbiamo pensato non dover esser ingrato alli lettori se discorrendo si rinoverÓ la memoria di molte cose pertinenti a quello per molti anni per lo adietro successe, cavate dall'istorie portoghesi, dove parlano della vita e fatti delli loro re e principi, e da un libro del prefato signor Damiano. E per tanto Ŕ da sapere che 'l primo che cominci˛ a far discoprir le marine attorno l'Africa fu lo illustre infante don Enrico di Portogallo, che vi mand˛ le sue caravelle, e vivendo lui arrivorono quasi appresso la linea dell'equinoziale.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Navigazioni e Viaggi
Volume Secondo
di Giovanni Battista Ramusio
pagine 1307

   





Lisbona Portogallo Francesco Tomaso Corsali Francesco Clemente Bologna Prete Ianni Beatitudine Damiano Africa Enrico Portogallo