Lo Scudo d'Abruzzo

Tra storia e sport, fasti e documenti di una competizione di motociclismo (1935-1961)

a cura di Federico Adamoli (2015, stampato in proprio, 115 pagine) + CD Photo-book
ISBN 9788890810596 - Euro 8,50



Indice

“Meglio la moto”
Il motociclismo a Teramo
Prima edizione tra luci ed ombre
1936. Seconda edizione
Terza edizione. Verso la velocità
1938. La svolta della velocità
1939. Lo Scudo torna a Teramo
1940
Le difficoltà del dopoguerra
Lo Scudo si ferma e torna nel 1955
Il 1956
1957. Una nuova sospensione
1959. Torna lo Scudo d'Abruzzo
1960 e 1961. Le ultime due edizioni
Photobook (didascalie delle immagini)
Indice dei nomi, dei toponimi e delle cose notevoli


Le richieste del volume vanno indirizzate a:





(in omaggio CD Photo-book con 109 immagini
+ contenuti extra)






Giornale Luce B0928 (29/07/1936) - La corsa motociclistica II Scudo d'Abruzzo
(Cinegiornali "Giornale Luce B")

Notiziario Nuova Luce NL018 (1946) - Circuito di Giulianova: la gara motociclistica Scudo d'Abruzzo (Cinegiornali "Notiziario Nuova Luce")

     Con la costituzione del Moto Club di Teramo ed il "risveglio" motociclistico di cui il fascismo fu fautore, si aprì a Teramo nel 1935 la lunga stagione motoristica che vide la fioritura di competizioni motociclistiche, di cui lo Scudo d'Abruzzo fu il fiore all'occhiello nella Teramo dell'anteguerra. Nata come competizione di regolarità, allo scopo di propagandare il motociclismo e le bellezze turistiche dell'Abruzzo, lo Scudo d'Abruzzo si trasformò successivamente in competizione di velocità.
     Nel dopoguerra lo Scudo "subì" la concorrenza del famoso Circuito del Castello e si indirizzò verso le categorie juniores, nelle quali si ritrovarono numerosi campioni in erba, destinati (come i fratelli Ernesto e Vittorio Brambilla) a percorrere la loro carriera anche in campo automobilistico.
     A cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento la "settimana motoristica", in grado di raccogliere grandi folle di appassionati, diventò la punta di diamante della stagione estiva teramana (il "Giugno Teramano"). Lo Scudo d'Abruzzo (al pari del Circuito del Castello) cessò definitivamente nel 1961, in seguito alle accese polemiche sulla sicurezza delle competizioni motoristiche su strada.



Indice dei nomi, dei toponimi e delle cose notevoli

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L

M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Z





La corsa motociclistica II Scudo d'Abruzzo
(Giornale Luce B0928 del 29/07/1936)


I documenti conservati presso l'Archivio di Stato di Teramo sono pubblicati (nel CD con il Photo-book) su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, n. 15, prot. 2117 del 4/12/2015.



[Home Page Abruzzo in Mostra]