Stai consultando: 'Storia Ecclesiastica e Civile della regione pi settentrionale del Regno di Napoli (oggi citt di Teramo) - Volume 5 ', Niccola Palma

   

Pagina (25/245)       Pagina_Precedente Pagina_Successiva Indice Copertina      Pagina


Pagina (25/245)       Pagina_Precedente Pagina_Successiva Indice Copertina




Storia Ecclesiastica e Civile della regione pi settentrionale del Regno di Napoli (oggi citt di Teramo) - Volume 5

Niccola Palma
Stampatore U. Angeletti, 1835-1836, pagine 244

Digitalizzazione OCR e Pubblicazione
a cura di Federico Adamoli

Aderisci al progetto!

   
[Home Page]




[ Testo della pagina elaborato con OCR ]

   25
   sto uri doppio legalo in beneficio del Vescovo F. Pietro
   ed una bolla di costui a favore dell' Alriano capitolo
   della data de'23. Settembre j412-Vero è soltanto quel clic Uglielli da sicura sorgente avea ricavalo
   cioè clic F. Pietro cessato fosse di vivere nel i4«3.
   iYe nel §. che chiudiamo
   nè nel precedente
   ho creduto dovermi intrattenere sopra Tcodino
   da monaco Cassinese creato cardinale diacono da Alessandro II. ( assunto al pontificato nel 1061. ) quantunque il Platina volgarizzato il dica Abbruzzcse
   figliuolo del conte di Abbnr/.zo ; essendo ci stato Jìglio non del conte di Apruzzo
   ma del conte dei Riarsi Berardo
   secondo Leone Ostiense
   Baronio
   JVion
   Mabillon
   Ciacco-nio e Gattola .
   SEZIONE III.
   Uomini illustri sicuramente ed affatto nostri
   §• I-
   Per santità di costumi F. BERNARDINO SACCHI
   » Mori in Civitanova a' 26. di Febbrajo del 1619. in assai buon con-» cctto il P. Berardino Sacchi da Monsampolo Minor Riformato e celebre » Predicatore . Fu egli ammirato per molte virtù
   ma in particolare per la » sua prodigiosa astinenza ctc. x> . Marcucci Sag. d. co. Ascol. uh. sez. 3. n. 114. La famiglia Sacchi si è estinta con Lucio al 1. Gennajo 1697. come ha la sua lapida nella Chiesa del Suffragio
   da lui dolala .
   BRUNO BRUNI
   Brunetti
   parlando di Colonnella
   scrisse ( lib. a. p. 13. ad 33. ): Insignis ejus civis fuit P. Joannes Brnntts Jesuita doctrina , et rcgulari obscr\>antia ccleberrimus , ac plurium Monasteriorum fundator . Ejus ex fratre nepos P. fuit Brunus , cujus vitam ex monumentis exccrptam hic trailo pos feritati — Pater Brunus parentes habuit legum doctorem Bruna-montem Brununi , et Tisbiam Tramboccam Columnellae honesto loco na-tos . Lucevi'aspexit Civitellae ad Truentum 7. Novembris i5go. ubi pater Praetoris officio fangebatur. Brunottus fuit appellatus avi materni nomine . Peregrinus usque ad annum XV. curn patre fuit per varia Piceni Opj>ida , iti quibus ille celebres gessit magistrata*', nempe Macera-tae , Septempedae , Cinguli , Matelicae , S. Genesii , et in flamminia Meldulae principaliis Gubernatoris : quo tempore mire in litteris et musica , sed magis in Dei timore profecit, ut adhuc puer ctc. conciones quas audiebat domimi rediens domesticis qui non inters'enerant , eo fervore rcci-tabat ut ad religionem alliceret , et in paupervs piissimus siami praecipue jentaculum servans eis distribuebat . Anno i6o5. e S. Genesio Romam petens mense Octobris in Seminario Romano receptus fuit, opera P. Joan-nis sui patria , qui a Cardinale Aldobrandino Abbate trium fontium id
   4