[Elenco dei Nomi]

Clemente Belisario
patriota, politico, Montepagano (1-12-1880).

Il Nestore dei liberali della nostra provincia non Ŕ pi¨: il cav. Belisario Clemente, ad 82 anni, moriva nel suo casino di Montepagano venerdý ultimo. Dopo i moti del 1837 emigr˛ in Firenze. Eletto nel 1848 deputato della nostra provincia, fu uno dei firmatari della celebre protesta del 14 maggio, a punire la quale il giorno dopo, il Borbone allag˛ Toledo di sangue cittadino. Ritiratosi nella vita privata, ne uscý quando gli elettori del mandamento di Notaresco lo mandarono al consiglio della provincia, dove sedette assiduo sino a pochi anni or sono, e dove rispettato sarebbe rimasto se non avesse, per la grave etÓ, rifiutata la candidatura. Quattro volte fu eletto vice-presidente. Spirito colto quanto libero, non era legato a verun partito. Pi¨ volte la sua voce ha tuonato forte, nelle sedute consiliari, a favore dei piccoli Comuni. L'eco della sua parola energica e condita di lepore e di fina ironia, rimane ancora tra i suoi antichi colleghi del consiglio provinciale. Fond˛ in Teramo una fabbrica di cappelli di paglia ch'ebbe voga per parecchi anni, e fu anche sussidiata dal Governo di quel tempo. Negli ultimi anni avea trovato riposo nella solitudine della campagna, dove viveva mantenendosi sempre fedele ai principii di libertÓ e di nazionalitÓ che furono il sorriso della sua giovinezza. E' dunque un altro della vieille garde che se ne va, ed Ŕ con lui che pur tramonta un'intera generazione di forti. Oh! chi mai la sostituisce?!...