[Elenco dei Nomi]

(...segue) De Sanctis Giovanni
patriota, politico, benefattore, Spoltore (25-11-1893).

[Inizio Voce]


e n'ebbe il conforto di splendida riuscita. Il primo dei figli, Leone, fu nominato giovanissimo Professore di Anatomia Comparata nella R. UniversitÓ di Roma. Educ˛ il suo Carlo (ex Esattore di Teramo) nella R. Accademia delle Armi Dotte in Torino donde uscý ufficiale e prese parte alle guerre dell'Indipendenza. Dotata di forte abnegazione e di rare virt¨, marit˛ a quella perla di gentiluomo, Luigi de Sanctis di Manoppello, la figlia Antonietta che si rivel˛ presto tenera moglie, compassionevole sorella, affezionata figlia. NÚ qui cessano i pregi della nobile figura di cui Spoltore oggi piange la perdita. Ricoprý molte cariche pubbliche, fu pi¨ volte Sindaco, Consigliere provinciale e Presidente della Congrega di CaritÓ, mostrando sempre senno, avvedutezza e tenacia di proponimenti. Per l'avanzata etÓ e per gli acciacchi della vita si ritir˛ dai pubblici uffici, e si restrinse tutto in opere di caritÓ. Costretto ultimamente ad accettare la caritÓ di Priore della Congrega di S. Maria del Suffragio ei l'assunse unicamente per esercitare, senza mostrarsene, i suoi atti di pietÓ, soccorrendo a larga mano infermi e poveri. Attaccata all'ex Convento dei MM.OO era una Chiesa Monumentale assai antica, ricca di statue e dorature pregevolissime, ma che, per mancanza di manutenzione, sarebbe stata in breve ridotta un mucchio di macerie. Il benemerito signore spendendo del suo parecchie migliaia di lire, la fece restaurare a nuovo, tornare alla primitiva bellezza, e ottenne di trasportarvi la sede della Congrega. Quest'ultimo atto gli ha guadagnato la simpatia della intera cittadinanza. I congregati hanno degnamente onorato il loro Capo Benefattore, deponendo sul feretro una ricchissima corona, prendendo parte tutti al corteo funebre, e facendogli a proprie spese funerali commventissimi.

(segue...)