[Elenco dei Nomi]

Oberdan di Girolamo Ugo
studente (21-5-1905)

A mezzo giorno di ieri, con gli occhi rivolti al padre ed al sole radioso di primavera, si spense, a soli ventun anni di vita Ugo Oberdan di Girolamo. Giovanetto serio, studiosissimo, promittente, aveva compiuti con molta lode gli studi liceali in Teramo, ed aveva frequentato il primo corso di studi legali nella UniversitÓ di Roma. Nell'anno scorso li dovÚ, con lo strazio nell'animo, abbandonare al primo manifestarsi del male che allora non parve irreparabile, letale, come poscia divenne, e che lo ha spento nella primavera della vita, nell'etÓ in cui arridono sogni e visioni soavi, nell'etÓ in cui l'animo si abbandona alla contemplazione serena di quanto di pi¨ nobile, di pi¨ ideale evvi nella natura umana, ignara delle dolorose realitÓ della vita. Ed Ugo Di Girolamo ebbe intenso il sentimento, il culto delle idealitÓ, radicato in lui per effetti degli studii, della larga e matura coltura e delle tradizioni domestiche. Buono, gentile, dagli occhi vivi, bellissimi, penetranti, esercitava, su coloro che l'ebbero amico, compagno, fascino irresistibile. Ha per˛, morendo, lasciato larga ereditÓ di affetti e memoria che non si perderÓ col volger degli anni. Al padre, al nostro carissimo compagno ed amico, alle derelitte sorelle non osiamo mandare nemmeno una sola parola di conforto. Il loro strazio, che non ha nome, non conosce nŔ tollera conforto di sorta. Solo diciamo loro che noi piangiamo con essi sinceramente, profondamente e che ricorderemo il carissimo, il buonissimo Ugo, sempre, qualunque sieno vicende della vita, come se egli fosse stato uno de' nostri, come se egli fosse stato carne della carne nostra. Dei funerali, riusciti solennissimi, nella loro semplicitÓ, diremo nel prossimo numero.