Pagina (72/165)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      O, finalmente, grandi erano codesti principi per avere, in un regno giÓ stabilito, governati i lor popoli con somma politica, umanitÓ, e dolcezza? ora, qual trista specie di uomini Ŕ dunque codesta dei principi, a cui viene ascritto come somma virt¨, a cui acquista immensa fama ed eterna, il semplice esercizio del loro pi¨ stretto dovere? esercizio, al quale (se essi ben distinguono le cose) va annessa ad un tempo con il maggior loro utile la loro propria intera e sola felicitÓ. Fu egli mai riputato sommo verun giudice, pel non commettere evidenti ingiustizie? verun pastore, per non disperdere il proprio gregge? verun padre, pel non trucidare i suoi figli? un uomo, in somma, Ŕ egli tenuto maggiore degli altri, soltanto per non esser egli e scellerato e crudele? Cosý Ŕ, pur troppo! Tanta Ŕ la facilitÓ, la possibilitÓ, e l'invito al mal fare per chi sta sul trono, che chi, nol facendo, ha operato, o lasciato operare dalle leggi un certo anche minimo bene, Ŕ stato riputato grandissimo. E, vista la nostra debile ed insolente natura, allorchŔ alcun freno possente non la corregge, un tale principe si dee pur troppo riputare grandissimo.
      Fra queste tre specie di principi magnati, piglier˛ per esempio della prima, Alessandro; della seconda, Ciro; della terza, Tito: e paragoner˛ l'utile da essi arrecato agli uomini, e quindi la somma della loro fama, alla fama ed utilitÓ arrecata da un solo valente scrittore; e sia questi il pi¨ antico; il gran padre Omero.
      Alessandro, le cui vittorie e conquiste da nessun principe non furono mai agguagliate, non giov˛ ai Macedoni; perchŔ, della infinita gente ch'egli estrasse dal proprio regno, il pi¨ gran numero ne periva nell'Asia; e dei pochi che si arricchirono della preda dei Persj, niuno quasi ne ritornava in Macedonia: e questa, allo svanire di quell'aura prima di gloria che al popolo conquistatore si aspetta, rimanea un picciolo regno da se, poco o nulla serbando di quelle sue giÓ tante conquiste.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Del principe e delle lettere
di Vittorio Alfieri
Dalla Tipografia di Kehl
1795 pagine 165

   





Alessandro Ciro Tito Omero Macedoni Asia Persj Macedonia