Pagina (214/355)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      .. NevicherÓ tanti inverni in camposanto!
     
      Molte cose vedrai, frequentando la societÓ, moltissimo imparerai nella solitudine della tua meditazione. Ma tutte vedi e apprezza con una sola unitÓ di misura, col ricordo insistente: - La mia missione Ŕ missione di caritÓ.
     
      Natura crea il nostro corpo: l'arte il nostro spirito.
     
      Se la sera ti concede il bacio della soave melanconia, benedici le tue lagrime e sorridi alle tue speranze. ╚ il bacio di un angiolo custode.
     
      La vanitÓ dei sistemi filosofici port˛ sugli scogli della vita null'altro che la spuma dell'orgoglio. Il Vangelo irradi˛ il mondo, santa luce d'aurora, e fu l'amore universale, come il sole che scalda il cedro e l'arbuscello.
     
      Amare Ŕ sperare: sperare Ŕ vivere oltre tomba.
     
      Se tu, ogni sera, annotassi le impressioni avute nella giornata, avresti un dý un libro di preghiere.
     
      PerchŔ ti parlo cosý? PerchŔ amo la melanconica ora del sole morente.
     
      Ricordati: i vecchi che giÓ esaurirono cuore e mente scrivono colle spalle: i giovani hanno l'ingegno nel cuore. Ecco perchŔ le biblioteche possono dare ogni anno ai futuri topi buon pasto di dissertazioni erudite: ecco perchŔ una fanciulla ad una poesia pu˛ consacrare una lagrima o un sogno.
     
      Io parler˛ parole di desolazione, perchŔ la fede fu data prima a gioia per essere angoscia dappoi: perchŔ la speranza Ŕ un Óncora che ha catena di dolori: perchŔ la caritÓ Ŕ la livrea ufficiale dell'usura che da cinque in questa vita e spera cento nell'altra. E questo pei cosidetti buoni. E pei tristi? Tutto Ŕ uno sghignazzo che scroscia colle rughe schifose dell'anima decrepita,


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Storia di un'anima
di Ambrogio Bazzero
Fratelli Treves Milano
1885 pagine 355

   





NevicherÓ Vangelo