Pagina (328/355)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Ecco le finestre avvolte nei cartocci; le finestrette tonde con un contorno da maniglia o con davanti ciascuna un busto di Cesare romano; le mensole sbrodolanti il gesso dalle arselle; i cornicioni spezzati dalle curve e dalle volute di cento contrabassi; le inferriate gremite di viticci e di nodi e di fogliaccio; i pilastretti a gozzi aggrappantisi su alla gronda; le nicchie sgangherate colle statue delle virt¨ araldiche che somigliavano alle buone ciambellane di Filippo V di Borbone; e l'attico gibboso e tormentato sotto il peso di uno stemma in cui c'entravano quaranta maggioranze di Castiglia e di Leon.
      E il povero rampichino, frugacchiando alle fredde fenditure delle imposte, si lamenta co' suoi zilli capricciosi che si perdono contro i vetrucci rotti, i piombi caduti, il vano oscuro della finestra.... ╚ una formica morta assiderata due mesi fa, quando la strascinava una gran pula di frumento? ╚ un vermiciattolo ch'era giunto la notte prima dalla peschiera a musaico alla pozzetta d'acqua fra due mattoni spezzati? Che cos'Ŕ? che cos'Ŕ che becca il rampichino?... Becca, si fa sottile, becca, s'appiatta e s'arruffa, becca, ficca la testa sotto ai bilichi, e trova un posto ove la soglia Ŕ corrosa dalle antiche pedate, ed entra nel buio.
     
     
     *

      * *
     
      Oh come i morti s'obliano nello squallore, gi¨ nei saloni del vasto appartamento! V'Ŕ una semiluce che piove solo dalle finestrette ad occhi di bue, dietro le schiene degli Augusti in pietra arenaria: v'Ŕ il silenzio che lÓ lÓ sembra ingoiarsi con un freddo da cantina per le porte spalancate: v'Ŕ un abbandono che scolora tutto cogli strati di polvere e di muffa, e che dÓ a tutto un aspetto di remoto, di sconfinato, di sepolto, colle tristi simmetrie dell'immobilitÓ e del sonno.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Storia di un'anima
di Ambrogio Bazzero
Fratelli Treves Milano
1885 pagine 355

   





Cesare Filippo V Borbone Castiglia Leon Augusti