Pagina (64/124)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      E fabricarono loro Chiese, monasterij, e case; e li chiamavano da altre Provincie, perche andassero a predicare, e dar loro notitia di Dio, e di colui che dicevano esser gran Re di Castiglia.
      21 E persuasi dalli frati fecero una cosa, non mai pi¨ fatta nell'Indie fino al giorno d'hoggi; e tutte quelle, che fingono alcuni di quei tiranni, c'hanno distrutto quei Regni, sono falsitÓ, e bugie.
      22 Dodici, ˛ quindeci Signori di molti vassalli, e Terre, ciascuno da per se, congregando i suoi popoli, e pigliando i loro voti, & consenso, si soggettarono di loro propria volontÓ al Dominio delli Re di Castiglia, ricevendo l'Imperatore, come Re di Spagna, per Signore supremo, & universale; & fecero alcuni segni, come sottoscrittioni, le quali io h˛ in poter mio, con la fede delli detti frati.
      23 Stando li frati in questo accrescimento della fede, e con grande allegrezza, e speranza di tirar Ó Gies¨ Christo tutte le genti di quel Regno, ch'erano sopravanzate alle morti, & ingiuste guerre passate, che ancora erano assai, entrarono da una certa parte diciotto tiranni Spagnuoli a cavallo, e dodici Ó piedi, che erano trenta, e portarono molte some d'Idoli, tolti Ó gli Indiani in altre Provincie.
      24 Et il Capitano delli detti trenta, chiam˛ un Signor di quella Terra, per la quale entravano, e gli disse che dovesse pigliare di quelle some d'Idoli, e dividerli per tutta la sua Terra, vendendo ciascun Idolo per un Indiano, ˛ Indiana, per fargli schiavi; minacciandolo, se non lo faceva, di fargli guerra.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Istoria o Brevissima relatione della distruttione dell'Indie Occidentali
di Bartolome de las Casas
1643 pagine 124

   





Chiese Provincie Dio Castiglia Indie Regni Dodici Terre Dominio Castiglia Imperatore Spagna Stando Gies¨ Christo Regno Spagnuoli Idoli Indiani Provincie Capitano Terra Idoli Terra Idolo Indiano Indiana