Pagina (115/124)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
      L'anno de M. D. LII.
     
     
     
      Quello, che segue, Ŕ un gran pezzo di una lettera, et relation, che scrisse un certo huomo, di quei medesimi, che andavano in quelle stationi, rifferendo le operationi, che il Capitano faceva, & permetteva, che fossero fatte per lo paese, dove andava. Et perche, essendosi la detta lettera, & relatione data a legare con altre cose, il libraro, ˛ si scord˛, ˛ ne perdette una carta, ˛ pi¨, che contenevano cose spaventevoli: il che tutto mi f¨ dato da uno de gli istessi, che le operavano, & io l'hebbi tutto in mio potere, perci˛ quello che segue Ŕ senza principio & senza fine. MÓ per esser questo pezzo, che resta, pieno di cose notabili, mi parve bene di non lasciar di stamparlo; perche io credo, che non causerÓ molto manco compassione, & horrore a V. A. che alcune delle deformitÓ raccontate, con desiderio insieme di porvi rimedio.
     
     
      Lettera.
      Diede licenza, che gli mettessero in catene, e nelle carceri, & cosi ve gli messero. Et il detto Capitano ne conduceva tre, ˛ quattro catene per se, e co'l far questo, & non procurando di seminare, nŔ di popolare, come bisognava, mÓ rubbando, e togliendo Ó gli Indiani il mangiare, c'havevano, vennero quei naturali del paese in tanta necessitÓ, che si trovava gran quantitÓ di loro morti da fame per le strade.
      2 Et nel far andar, e tornar dalla spiaggia gli Indiani, carichi delle robbe de gli Spagnuoli, egli ammazz˛ circa dieci mila anime, perche nissuno arriv˛ alla costa, che non morisse, per esser la terra calida.
      3 Dopo di questo egli and˛ seguitando il sentiero, e per l'istesso camino, che venne Giovanni di Ampudia, mandando gli Indiani, c'havea cavato dal Quito una giornata avanti, accioche scoprissero le Terre de gli Indiani, e le saccheggiassero per valersene all'arrivo, ch'egli facesse con la sua gente; & questi Indiani erano suoi, e de' suoi compagni, che n'havevano chi ducento, chi trecento, chi cento, come ciascuno ne conduceva, li quali portavano Ó i loro patroni tutto quello, che rubbavano.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Istoria o Brevissima relatione della distruttione dell'Indie Occidentali
di Bartolome de las Casas
1643 pagine 124

   





Capitano Capitano Indiani Indiani Spagnuoli Giovanni Ampudia Indiani Quito Terre Indiani Indiani