Pagina (1/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      AVVISO AL LETTORE
     
      Gli studiosi delle scienze naturali, convenuti in Pisa nell'anno 1839, Ŕbbero in dono una descrizione ist˛rica e artýsttca di quella cittÓ e de' suoi contorni, che per avventura trovÓvasi publicata in quegli anni da un incisore, a corredo d'una sua raccolta di vedute.
      Pel Congresso scientýfico di Torino parve il caso d'apprestare una sýmile operetta; e forse per darle pure alcun colore d'opportunitÓ, vi s'introdusse una notarella di f˛ssili e un catÓlogo di piante, con alcune righe su l'agricultura.
      Il ripetuto esempio del volume donato prescrisse quasi un dovere alle cittÓ che dovŔvano acc˛gliere le successive adunanze. - A Firenze, di pi¨, si pose inanzi al volume una descrizione naturale della valle dell'Arno: nel che si ebbe forse l'Ónimo di far cosa particolarmente intesa a quell'˛rdine di persone che volŔvasi onorare. - I Padovani, con pi¨ cortese e savio consiglio, descrýssero agli ˛spiti le terre e le aque di tutta la loro provincia, e i vari aspetti che l'agricultura vi prende; e diŔdero loro in appendice la flora dei Colli Euganei. - Lucca non si cur˛ per veritÓ di piacere agli amatori della botÓnica e della geologýa, ma pur descrisse le diverse condizioni del suo territorio alla marina, alla pianura e al monte.
      Se nelle sedi dei futuri Congressi prevalesse sempre l'esempio di PÓdova a quello di Pisa e di Torino, altri potrebbe forse pensare che il continuato circ¨ito di queste adunanze potesse d'anno in anno approssimarci a possedere infine un'accurata descrizione di tutta l'Italia.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844, pagine 107

   





Pisa Congresso Torino Firenze Arno Padovani Colli Euganei Congressi PÓdova Pisa Torino Italia Lucca