Pagina (60/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
     
      XXV.
     
      A domar l'Ónimo bellicoso delle nostre plebi contribuý un'istituzione che cangiava le arti in esercizio di penitenza. Prima ancora d'Ariberto (an. 1014), alcuni cavalieri milanesi andati in Germania prigionieri d'Enrico I, e nel tedio dell'esilio dÓtisi a vita laboriosa, fŔcero voto di perseverarvi anche rŔduci in patria. Il p˛polo li rivide con meraviglia nelle vie della cittÓ con ampie vesti pelose e berretti di straniera forma; si chiamÓvano gli umiliati; e attŔsero all'arte della lana. In breve Ŕbbero trenta case d'u˛mini e trenta di donne; si trapiantÓrono in tutte le cittÓ d'Italia; Firenze deve loro quell'arte, che tanto conferý alla sua potenza. FondÓrono ric˛veri nei passi delle Alpi; e d'ospizio in ospizio, difendŔndosi col nome della religione dai rapaci castellani che intercettÓvano le strade, contribuýrono a collegare l'industria di Milano colle piazze del settentrione e del mezzodý.
      Ma le austere opinioni insinuate per tempo nel nostro p˛polo fermentÓrono in sette religiose, che annunciÓvano la riforma della chiesa, del sacerdozio, della magistratura, delle pompe cavalleresche. Il pi¨ formidÓbile tra i riformatori fu Arnaldo da Brescia, discŔpolo prima in Parigi d'Abailardo, poi suo difensore. La contrita e rýgida sua vita faceva meraviglia anche ai santi (Homo est neque manducans neque bibens... habens formam pietatis... Cujus conversatio mel... cui caput columbŠ. S. Bern.). - Quando il vŔscovo di Brescia diede a un garzone di d˛dici anni una ricca parochia, Arnaldo rinov˛ le querele che Arialdo Alciato aveva levate in Milano; inveý contro le famiglie, che vendŔvano, infeudÓvano, donÓvano come cosa propria i beni della chiesa: contro il pastore, che dava in fŔudo a cavalieri le regalýe della sacra mensa, per fÓrseli vassalli, e adoperarli in imprese profane e crudeli: contro i beneficiati, che vivŔvano con lusso mondano, e si tenŔvano con týtolo di spose le figlie dei potenti.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844 pagine 107

   





Ariberto Germania Enrico I Italia Firenze Alpi Milano Arnaldo Brescia Parigi Abailardo Homo S. Bern Brescia Arnaldo Arialdo Alciato Milano