Pagina (78/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
     
     
      XXXV.
     
      La pi¨ funesta e sanguinosa sventura fu quella di Brescia. La giornata di Ghiara d'Adda aveva distrutto le forze terrestri de' VŔneti, i quali con accorgimento profondo sci˛lsero dal giuramento le cittÓ suggette; nŔ v˛llero insanguinarle colla difesa, certi che la preda avrebbe diviso i vincitori, e la licenza militare avrebbe offeso i p˛poli, e assicurato il riacquisto. E per veritÓ il vol¨bile Giulio II si volse tosto contra i Francesi; PÓdova e Vicenza li cacciÓrono. Un Martinengo tent˛ lo stesso in Brescia, ma vi perdŔ la vita; la Francia prese in ostaggio i primarj cittadini, e introdusse in cittÓ nuove genti, che acquartierate nelle case insultÓvano al domŔstico onore. La cittÓ fremeva; nove cavalieri, Rosa, Paitone, Rozzone, Valgoglio, Fenarolo, Lana, Gandino, Lantana e Martinengo, su la pietra d'un altare giurÓrono di mŔttere i beni e la vita a redimer Brescia alla legge vŔneta. Il conte Avogadro faceva altro simil patto con Venezia; le case di Brescia si empýrono d'armati; al prefisso giorno il generale vŔneto pass˛ l'Adige, giunse presso sera a Montechiaro; ma fu visto. Pochi momenti dopo, l'annuncio era in Brescia; fra il silenzio della notte fatale i Francesi scaricÓrono d'improviso tutte le loro artiglierýe; e armati e rumorosi c˛rsero tutta la cittÓ; i VŔneti, giunti sotto le mura, le výdero piene di nemici. All'alba i nomi di trenta cavalieri bresciani f¨rono gridati ribelli; - la morte, a chi li ricettasse; - i loro beni e il grado di capitano di Francia, a chi li scoprisse.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844 pagine 107

   





Brescia Ghiara Adda VŔneti Giulio II Francesi PÓdova Vicenza Martinengo Brescia Francia Rosa Paitone Rozzone Valgoglio Fenarolo Lana Gandino Lantana Martinengo Brescia Avogadro Venezia Brescia Adige Montechiaro Brescia Francesi VŔneti Francia