Pagina (80/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      La gente d'arme del cavalier d'Allegre entr˛ a squadroni per la porta abbandonata; s'incontr˛ in Ludovico Porcellaga, che, tutto solo, non per˛ retrocesse; anzi spronato il cavallo, gett˛ di sella il D'Allegre; ma rimase oppresso dalla turba. Sopragiunse a furia suo fratello Lorenzo Porcellaga; Gastone di Foix, che lo vide grande della persona e valoroso combatter solo contra tutti, si tolse il guanto, si lev˛ la visiera, viet˛ a' suoi di ferirlo; ma egli combattendo a morte, cadde sul moribondo fratello. - Alla notte Gastone si ricord˛ dei due prodi, venne a racc˛glierli; li accompagn˛ co' suoi cavalieri al Duomo, ove f¨rono deposti; fu visto piÓngere sui cadÓveri sanguinosi.
      L'esŔrcito vincitore, invadendo tutte le piazze, spingeva qua e lÓ le turbe indarno combattenti; scannava alla rinfusa nelle strade e nelle chiese i sacerdoti, i vecchj, le donne cogli infanti in collo; gli uccisi d'ambo i sessi f¨rono diecisette mila. Per sette giorni il crudel Gastone abbandon˛ le robe e i corpi d'un p˛polo fedele e infelice a una soldatesca ubriaca; saccheggiato fino i cenci dei poverelli al Monte di PietÓ; saccheggiato il luogo degli appestati; le meretrici dell'esŔrcito stanziate nei monasterj; per molti giorni file di carri onusti d'ogni maniera di spoglie uscýrono dalla cittÓ. Avogadro fu decapitato alla presenza di Gastone, che lo volle squartato, confitte le mýsere membra a quattro porte della cittÓ, e il teschio su la Torre del P˛polo. - Poco di poi gli Spagnoli entrÓvano in Brescia; la quale ebbe tant'Ónimo ancora che tent˛ di cacciarli, e riunirsi ai VŔneti.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844 pagine 107

   





Ludovico Porcellaga D'Allegre Lorenzo Porcellaga Gastone Foix Gastone Duomo Gastone Monte PietÓ Gastone Torre P˛polo Spagnoli Brescia VŔneti Avogadro