Pagina (96/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Ogni anno segn˛ sempre per noi qualche nuovo grado di prosperitÓ; ogni anno pi¨ vasta la rete stradale; ogni anno pi¨ folta la piantagione dei gelsi, prima riservata ai colli, poi distesa in veri boschi sui piani dell'Ollio e dell'Adda, e salita fino a mille metri d'altezza nelle valli alpine, produttrice d'un'annua raccolta di cento milioni di franchi, in un territorio che corrisponde alla 26.a parte della Francia. Sempre pi¨ diffuse, ma pi¨ accurate e quindi meno insalubri le irrigazioni; si m¨tano in buone case i tugurj dei contadini; pŔnetra in tutte le communi rurali il principio dell'istruzione; tolta cogli asili dell'infanzia l'abjetta ferocia e la rozzezza ai figli della plebe; gli studj delle lŔttere e delle arti accommunati al sesso gentile; e colle solenni mostre diffuso l'amor delle belle arti nel p˛polo, e un Óbito d'eleganza negli ¨tili mestieri.
     
     
      XLII.
     
      Su la nostra pianura tutti gli abitati si collŔgano con buone strade, che ragguÓgliano in circa un chil˛metro di lunghezza per ogni chil˛metro di superficie. La rete stradale involge ormÓi tutte le colline, sino all'altit¨dine d'ottocento metri; trafora con gallerýe le rupi verticali che interr˛mpono le riviere dei laghi; s'insinua nelle valli alpine, raggiunge i sommi gioghi; difende contro le vallanghe i pi¨ alti passi carrozzÓbili che sýano sul globo. La via del Sempione, che fu il modello di tutte, Ŕ ˛pera de' nostri ingegneri, che cond¨ssero anche quelle della Spluga e dello Stelvio. Ingegneri nativi di quell'antica parte del nostro territorio che aggregossi alla Svýzzera, tracciÓrono le vie del Gottardo e del Bernardino.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844 pagine 107

   





Ollio Adda Francia Sempione Spluga Stelvio Svýzzera Gottardo Bernardino