Pagina (107/107)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Vývono ancora fra noi le reliquie di quegli esŔrciti che, improvisati da Napoleone, militÓrono sotto le mura di Gerona e di Valenza, sui campi sanguinosi d'Austerlitz e di Raab, che dopo aver combattuto a Malo-Jaroslavetz conservÓrono su la Beresina una disciplina e una alacritÓ superiori ai disastri; e in guerra che tornava a gloria d'altra nazione poco lodata per gratit¨dine, sostŔnnero, fin dopo la caduta del loro capo, tutti i doveri della fedeltÓ militare.
      Noi abbiamo recato il nostro tributo alle lŔttere, alle arti, alla filosofia, alle matemÓtiche, all'idrÓulica, all'agricultura, all'elettrologýa; l'EnŔide di Virgilio e il Giorno del Parini, il Duomo e la Certosa, il libro dei Delitti e delle Pene e i primi cÓlcoli della balýstica, tutta l'arte dei canali navigÓbili, i prati perenni, la pila voltiana. Noi, senza dirci migliori degli altri p˛poli, possiamo rŔggere al paragone di qual altro sýasi pi¨ illustre per intelligenza, o pi¨ ammirato per virt¨; e aspettiamo che un'altra nazione ci mostri, se pu˛, in pari spazio di terra le vestigia di maggiori e pi¨ perseveranti fatiche. ╚ una scortese e sleale asserzione quella che attribuisce ogni cosa fra noi al favore della natura e all'amenitÓ del cielo; e se il nostro paese Ŕ ubertoso e bello, e nella regione dei laghi forse il pi¨ bello di tutti, possiamo dire eziandýo che nessun p˛polo svolse con tanta perseveranza d'arte i doni che gli confid˛ la cortese natura.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Notizie naturali e civili su la Lombardia
di Carlo Cattaneo
1844 pagine 107

   





Napoleone Gerona Valenza Austerlitz Raab Malo-Jaroslavetz Beresina EnŔide Virgilio Giorno Parini Duomo Certosa Delitti Pene