Pagina (148/181)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
      - Sono avvezzo a studiare da solo. Nel tempo che sar˛ soldato studier˛ sempre, assiduamente, e quando ritorner˛, potr˛ avere il diploma superiore per insegnare nei licei. Allora avr˛ una buona situazione.
      Non diceva di pi¨. L'Elena era troppo bambina perchŔ egli osasse parlarle d'amore. Ma pensava che nei due anni che gli rimanevano, avanti di essere chiamato alla coscrizione, la bambina sarebbe diventata una giovane, e l'avrebbe amato, e prima di partire per quella lunga assenza, col cappotto e la giberna, egli le avrebbe svelato il suo segreto, ed avrebbe portato con sŔ, nella vita rumorosa delle caserme, nelle marce faticose, nell'uggia delle manovre, nell'eccitazione della guerra, la soave fiducia d'essere amato, di trovare al suo ritorno quella dolce fanciulla bionda che lo avrebbe aspettato, che gli porgerebbe la mano, e gli direbbe "sono tua". E la situazione, guadagnata con tanto studio e tanta fatica, egli potrebbe dividerla con lei, colla sua sposa, solo con lei, in un lungo avvenire d'amore e di pace.
     
     
     
      IX.
     
      Ma prima che la coscrizione chiamasse Vicenzino a portare il cappotto e la giberna, il movimento del 1866 per la liberazione del Veneto, venne a fare un'utile diversione nelle idee dei due giovani. Appena Vicenzino potŔ scrivere segretamente all'amico, che Garibaldi raccoglieva i volontari per una prossima guerra, il povero seminarista dimentic˛ i suoi segreti dolori, e, bollente di patriottismo, non pens˛ che ad ottenere da suo padre il permesso d'uscire temporariamente dalla sua prigione per andare a battersi.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Senz'amore
di Marchesa Colombi
Editore Alfredo Brignola
1883 pagine 181

   





Elena Vicenzino Veneto Vicenzino Garibaldi