Pagina (155/169)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

     
      Tirar' al colombaio degl'amici.
      Tutti i groppi, vengono al pettine.
      Tanto mercante chi perde, come chi guadagna.
      Tanto f chi tiene, come chi scortica.
      Tocca pi la camiscia, ch'il giubbone.
      Trista quella musa, che non sa trouar sua scusa.
      Tristo quel soldo, che peggiora il ducato.
      Trista quella casa, doue la gallina canta, & il gallo tace.
      Tristo quel marito, che non si truoua alle sue nozze.
      Tardi furono sauij i Troiani.
      Tale rettore, tale i popoli.
      Tanto va la gatta al lardo, che ci lascia le zampe.
      Tre furfanti, fanno vna forca.
      Tre fratelli, tre castelli.
      Tre donne, fanno un mercato.
      Tal' carne, tal cortello.
      Troppo, rompe il gioco.
      Troppo, non vale nulla.
      Tutto quel' che luce, non oro.
      Tutte le pietre, non son gemme.
      Tutti i fiori, non sanno da buon'.
      Tutti i matti, si fanno scorgere.
      Triacca vecchia, & confettione nuoua.
      Tardi vien' la medicina, quando l'huomo morto.
      Tutte le arme di Brescia, non armerian la paura.
      Tanto mio, quanto io godo e d per Dio.
      Taglia la la coda al cane, e sempre resta cane.
      Tristo colui, che d essempio altrui.
      Troppo sperar', inganna.
      Tanto va la capra alle verze, che ci lascia la pelle.
      Testa digiuna, barba pasciuta.
      Tal'Abate, tali monachi.
      Tardi venner le lenticcie.
      Tien l'amico tuo, con il viso suo.
      Tentar, non nuoce.
      Tardi non fur mai, gratie diuine.
      Todos nada, dice lo Spagnolo.
      Terra magra, fa buon frutto.
      Tutte le bocche, son sorelle.
      Terra negra, fa pan bianco.
      Tanto va la zarra al pozzo, che ci lascia il manico.
      Tutte le gran facende, si fan di poca cosa.
      Tutti ci ridurremo in pelicceria.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Giardino di Ricreatione
di John Florio
Appresso Thomaso Woodcock
1591 pagine 169

   





Troiani Brescia Dio Abate Spagnolo