Pagina (196/424)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Ecco il fatto che questa tromba produce. Ad ogni colpo di stantuffo l'acqua viene sollevandosi nel tubo (A) d'aspirazione; e finalmente giunge nel corpo di tromba. Quind'innanzi, quante volte viene abbassalo lo stantuffo (S), l'acqua sale sopra di esso (per O); ogni volta poi che lo stantuffo (S) vien sollevato (oltre che si introduce sempre nuova acqua nel tubo d'aspirazione, e cosý questo rimane sempre pieno), l'acqua, che sta sopra lo stantuffo, Ŕ portata su di peso nel recipiente (R), donde pu˛ derivarsi colÓ, ove essa serve.
      2░ Alla tromba aspirante si chiuda il foro dello stantuffo (fig. 180.), si tolga via il condotto superiore, ed invece al fianco del cilindro si annetta un tubo laterale (CC'), come nella tromha premente. Con ci˛ la tromba aspirante viene tramutata in una tromba composta. Anche in questa l'acqua sale fino al cilindro (B) pel solo agitare dello stantuffo; ma appena giunta in esso Ŕ spinta nel tubo laterale per la pressione esercitata dallo stantuffo medesimo. La valvula, che nelle altre trombe si trova alla bocca del tubo laterale (CC'), in questa suole invece porsi (in O) al fondo di un vasetto (D), che aggiungesi alla tromba, per lo scopo di produrre un efflusso continuo: ed ecco come questo si ottiene. Dal fondo quasi del detto vasello si solleva, trapassandone con chiusura ermetica il cielo, un lungo tubo (E), il quale giunge colÓ ove si pretende condur l'acqua, ed il quale Ó una sezione che Ŕ la metÓ di quella del condotto laterale (CC'). Per la qual cosa una sola metÓ dell'acqua, la quale s'introduce nel vasetto (D), pu˛ entrare nel tubo sovrapposto (E) nel tempo che lo stantuffo discende.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Elementi di Fisica Universale
Parte Seconda. Volume Primo
di Francesco Regnani
Stamperia delle incisioni zilografiche Roma
1863 pagine 424