Pagina (253/424)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Infatti allora non si Óltera pi¨ all'aria, non divien luminoso che a 200░, non si fonde pi¨ che a 250░, a 260░ riprende la sua forma primiera. Fu trovato per la calcinazione dei residui dell'evaporazione dell'urina nel 1669 da Brandt, alchimista di Amburgo, il quale tenne secreto il suo processo. Ma Kunckel alcuni anni appresso lo scoprý; Gahn e Scheele nel 1769 trovarono che era contenuto in gran copia nelle ossa degli animali, e suggerirono il modo di estrarnelo.
      10░ Bromo (Brom) Br = 1000. Questo Ŕ l'unico corpo semplice, non metallico, che alla temperatura ordinaria sia liquido. ╚ di color rosso bruno assai carico, di densitÓ 2,97, e di odore assai disgustoso, donde Ó tratto il nome: perchŔ bromos significa fetore. Attacca vivamente gli organi della respirazione, congela a -20░ in massa cristallina lamellare di una tinta grigia, bolle a 47░, volatizza prontamente. Fu scoperto nel 1826 da Balard nelle acque madri delle saline del Mediterraneo.
      11░ Fluoro (Fluor) Fl = 235,43. Non si conoscono le proprietÓ singolari del fluoro isolato; non perchŔ non si possa separarlo, ma per la sua grande affinitÓ colle sostanze dei vasi, in cui Ŕ contenuto, mentre intacca vivamente il vetro e tutti i metalli. E per˛ non Ŕ stato ottenuto fin qui che in vasi di spato fluoro opportunamente incavato, sotto forma di un vapore scolorito.
      12░ Cloro (Chlor) Cl = 443,2. ╚ un vapore denso 2,44, ossia circa due volte e mezzo pi¨ dell'aria, si distingue da tutti gli altri corpi ordinariamente aeriformi, perchŔ Ŕ l'unico che sia colorito.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Elementi di Fisica Universale
Parte Seconda. Volume Primo
di Francesco Regnani
Stamperia delle incisioni zilografiche Roma
1863 pagine 424

   





Brandt Amburgo Kunckel Gahn Scheele Bromo Brom Balard Mediterraneo Fluoro Fluor Cloro Chlor