Pagina (322/424)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Finalmente le limature di Fe, o di Zn, o di Cd fanno precipitare lo Sn, sotto l'aspetto di una polvere grigia, dalle soluzioni de' suoi sali.
      2 Lo Sb si trova nativo; ma il suo minerale pi ordinario ed abbondante l'antimonio di commercio, che ne il sesquisolfuro. Lo Sb quale suol trarsi da questo, impuro; ma pu purificarsi col fonderlo pi volte in un ventesimo in peso di nitrato di potassa. Il fumo, che spande bruciando all'aria, si condensa in candidi aghi cristallini di sesquiossido, che dicesi acido antimonioso. Da un'acqua regia, in cui abbondi l'acido cloridrico, assai bene sciolto, e convertito in percloruro se predomina il liquido, se il metallo, in sesquicloruro. Dall'acido nitrico diluito trasformato in sesquiossido, dal concentrato e caldo in acido antimonico. Non attaccato dal solforico, che non sia concentrato e caldissimo. Lo Sb fa molte leghe; quella di Pb si usa pei caratteri da stampa, e quella di Sn per varii utensili. La medicina al presente si serve di 3 preparati ammoniacali, e sono: il tartaro emetico, che tartarato di sesquiossido d'antimonio e di potassa; il kermes minerale, cio solfuro idrato d'antimonio con ossido d'antimonio; ed il solfodorato di Sb, che risulta da solfuro, ed ossido d'antimonio con acido solfoantimonico. Calcinando all'aria il solfuro di Sb si formano degli ossisolfuri fusibili, che nel raffreddarsi producono delle materie vitree brune, dette vetro d'antimonio, fegato d'antimonio, o croco, a seconda delle proporzioni dei due componenti.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Elementi di Fisica Universale
Parte Seconda. Volume Primo
di Francesco Regnani
Stamperia delle incisioni zilografiche Roma
1863 pagine 424

   





Lo Sb