Pagina (240/301)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      Il legato affid˛ il governo di Bologna a suo nipote Velasco Fernandez527 ed a Niccola Farnese, capitano delle truppe della chiesa. Nello stesso tempo minor˛ le contribuzioni poste dall'Oleggio528, e ristabilý in Bologna un governo municipale simile a quello che aveva avuto quand'era repubblica. Furono richiamati i fuorusciti, fra i quali i Pepoli, Bentivoglio e Vizzani, che abbandonarono il campo di Barnab˛ Visconti per ripatriare. Intanto il legato fece avvisare il signore di Milano, che Bologna era tornata in potere della chiesa, sua legittima sovrana, e gl'intimava perci˛ di richiamare la sua armata da uno stato con cui era in pace. Ma Barnab˛, invece di richiamare il suo generale, gli mand˛ nuovi rinforzi; e le truppe del Visconti guastarono tutto il territorio bolognese529, portarono la ruina fin presso alle mura di Faenza, tentarono di sorprendere Forlý, occuparono Budrio ed assediarono Cento, mentre una guerra in mezzo agli Appennini tra due rami della famiglia degli Ubaldini chiudeva la strada di Toscana ai Bolognesi ed al legato, ed impediva loro di comunicare col solo paese da cui potessero sperare soccorsi e vittovaglie530.
      Mentre Barnab˛ Visconti spingeva caldamente la guerra sul territorio di Bologna, agitava co' suoi maneggi la corte d'Avignone, e faceva valere le sue pretese innanzi ad un tribunale ecclesiastico. Il papa aveva, per dodici anni, infeudato Bologna all'arcivescovo Visconti. Su questo fondamento Barnab˛ domandava il possesso d'un feudo accordato alla sua famiglia.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Storia delle repubbliche Italiane dei secoli di mezzo
Tomo VI
di Jean-Charles-LÚonard Simonde de Sismondi
1818 pagine 301

   





Bologna Velasco Fernandez Niccola Farnese Oleggio Bologna Pepoli Bentivoglio Vizzani Barnab˛ Visconti Milano Bologna Barnab˛ Visconti Faenza Forlý Budrio Cento Appennini Ubaldini Toscana Bolognesi Barnab˛ Visconti Bologna Avignone Bologna Visconti Barnab˛