Pagina (48/168)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      ImperocchŔ la scomunica lanciata contro Barnab˛ da Innocenzo VI, e rinnovata con tanto fervore da Urbano V, memore della bolla ingojata sul ponte del Lambro, non fu solo cagione di quella specie di crociata, che abbiam detto, ma ancora di maggiori e pi¨ gravi mali a lui e allo stato. NŔ la rinuncia fatta da Barnab˛ al Papa delle sue pretensioni in Bologna e sul Modenese, per la quale per˛ ebbe cinquecentomila fiorini d'oro, valse a chetare neppure per poco lo sdegno della Chiesa, nŔ la morte istessa di Urbano V, procur˛ larghezza e pace al Milanese. Gregorio XI, che salý allora alla sede pontificale, parve ereditasse da suoi antecessori l'odio profondo contro di Barnab˛, talchŔ uno de' suoi primi atti fu quello di combinare una lega novella fra i principi italiani. Se non che veggendo che le armi temporali andavano troppo a rilento, ebbe ricorso alle armi ecclesiastiche, e scomunic˛ un'altra volta Barnab˛, e dichiar˛ i sudditi di lui liberi dal giuramento di fedeltÓ. NŔ pago di ci˛ gli mosse contro l'imperatore, il quale con suo diploma dato in Praga il 3 agosto dell'anno 1372 priv˛ entrambi i fratelli Visconti del Vicariato imperiale, e Barnab˛ perfino dell'ordine equestre. L'esercito alleato piomb˛ anche questa volta sul milanese, e sebbene non giungesse a far presa di alcuna terra, bast˛ nullameno a devastare e mettere in rovina gran parte dello stato.
      Ci˛ quanto agli avvenimenti politici di quel tempo. Rispetto all'indole del governo ed alla natura di Barnab˛, il cronista ce lo descrive severo nelle cose dello stato, largo nel soccorrere i cittadini bisognosi e pi¨ nel dotare monasteri e nell'erigerne di nuovi, generoso, ma a tratti e per bizzarria pi¨ che per impulso dell'animo, stranissimo di modi e di appetiti, ostinato e vendicativo in grado estremo, e spensieratamente crudele.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

La cÓ dei cani. Cronaca milanese del secolo 14.
cavata da un manoscritto di un canattiere di Barnabo Visconti
di Carlo Tenca
Editore Borroni e Scotti Milano
1854 pagine 168

   





Barnab˛ Innocenzo VI Urbano V Lambro Barnab˛ Papa Bologna Modenese Chiesa Urbano V Milanese Barnab˛ Barnab˛ Praga Visconti Vicariato Barnab˛ Barnab˛