Pagina (381/597)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      E noi ci meravigliamo se una grande nazione, che Ŕ dimentica del suo passato, vada barcolloni tra l'indisciplinabilitÓ sediziosa e la sottomissione cieca! Noi protestanti non riusciamo a considerare le precipitose convulsioni della vita francese, senza lamentare ancora una volta il calamitoso editto che bandý dalla Francia la fede evangelica. Quando a un popolo ardimentoso e geniale non resta altra scelta che la Chiesa dell'autoritÓ e del piatto ossequio; quando nelle questioni pi¨ sacre, supremamente personali, gli Ŕ tolta la debita libertÓ, gli Ŕ tolto il terreno della discussione e della comprensione, allora un'agitazione convulsa invade tutta intera la sua vita spirituale; terribili contraddizioni vengono immediatamente a cozzo, e la societÓ, sbattuta da una lotta irresolubile, ritorna sempre a cercare di nuovo la propria salvezza nella servit¨.
      Conferisce ai tedeschi il riandare anche la complicitÓ del proprio popolo, la complicitÓ dell'intera Europa. Non solamente il papa salut˛ con riboccanti benedizioni l'eroe del 2 dicembre; in tutti i paesi europei i possidenti acclamarono al nuovo sovrano. Taluni, come lord Palmerston, penetrarono la necessitÓ del rivolgimento; i pi¨ si rallegrarono spensieratamente di essere stati sgravati alla fine dalle ansie per la sicurezza dello scrigno. Perfino lo czar Nicola, l'antico avversario dei Bonaparte, riconobbe benevolmente i meriti che il presidente si era acquistati per la causa dell'ordine. La corte viennese segretamente sper˛ che il colpo di stato ricondurrebbe decisamente a una restaurazione borbonica; perci˛ Felice Schwarzenberg non stim˛ inopportuno celebrare un individu tel que Louis NapolÚon come un eroe della causa conservatrice.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

La Francia dal primo Impero al 1871
di Heinrich von Treitschke
Editore Laterza Bari
1917 pagine 597

   





Francia Chiesa Europa Palmerston Nicola Bonaparte Felice Schwarzenberg Louis NapolÚon