Pagina (38/82)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

      ╚ una maledettissima compagnia. Vi abbraccio e sono.
     
     
     
      Bautzen, 15 settembre, 1759.
     
      Delle notizie della guerra non mi impegno a scrivervi. Primieramente, son tanti i corpi in moto, Daun, Laudon, De Ville, Buccow, il re, il principe Enrico, i Moscoviti, l'armata dell'Impero; tanti pezzi che giuocano a scacco, io conosco appena i movimenti di quel pezzo in cui sono collocato, nÚ vi potrei dare alcuna idea interessante delle cose attuali. Mi pare di avervi giÓ detto che i generali, gli aiutanti generali fanno venire le gazzette da Vienna per sapere le cose della guerra, vi rimetto dunque alla sorgente istessa. Io vi comunicher˛ solo le mie idee nate dalle cose che vedo ed osservo, elleno sono assai pi¨ minute, ma le loro conseguenze diventano grandi in un uomo che ragiona. Innanzi tutto adunque vi dir˛ che ho trovato un uomo, e coll'opera di lui comincio ad intendere qualche cosa. Il caso ha fatto che mi trovassi in piccola compagnia con un ufficiale affamato, che avendo corso tutta la giornata, pranzava; la sua figura non ha niente di singolare, ma tre o quattro proposizioni che gli sfuggirono, e il tuono ragionevole e ingegnoso col quale le disse mi scossero. M'accostai a lui, cominciai ad entrare in dialogo, e m'avvidi che anche il mio umore non gli spiaceva. Gli confessai che ero felice d'aver incontrato un essere ragionevole, e dissi vestigia hominum video. La nostra amicizia fu presto incominciata. Egli Ŕ inglese, ha vissuto molto in Italia e nella Spagna, e ne conosce assai bene le lingue oltre la sua nativa, ed il tedesco che s'insegna di parlare.


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina 

   

Diario Militare
di Pietro Verri
pagine 82

   





Daun Laudon De Ville Buccow Enrico Moscoviti Impero Vienna Italia Spagna