Fotografia precedente Pagina iniziale Fotografia successiva
P. BERNE DE CHAVANNES, Cronaca teatrale. In "Marseille-Matin", 29 febbraio 1932.

Il Teatro Reale dell'Opera ci ha dato ultimamente una grande "premiere": Madonna Oretta del maestro Riccitelli su libretto di Forzano. Un vero gioiello. Io non sono un conoscitore profondo per giudicare sapientemente il valore dello spartito ma Madonna Oretta mi ha incantato, come del resto ha incantato le migliaia di persone che hanno avuto gi occasione di applaudire calorosamente il maestro Riccitelli e la sua opera. Musica viva, gaia, tenera che si adatta meravigliosamente al libretto che il maestro Forzano ha tolto da una sua commedia. Il soggetto un po... piccante. Se non erro stato ispirato dal Boccaccio. Ed tutto dire. Madonna Oretta la giovane e bella moglie di un mercante di stoffe fiorentino, vecchio e brutto; fra due spasimanti che lei tiene in billico il suo cuore tentenna e finisce per accordare i suoi favori... a un terzo che conquista dopo fiera lotta. Insomma non manca nulla a Madonna Oretta per fare carriera e conquistare tutti i pubblici.

P. Berne de Chavannes.